venerdì 5 agosto 2016

Il Der Spiegel Cita la Sicilia per il Suo Abusivismo Edilizio

E mentre qui c'è qualcuno all'ARS che chiede ancora l'ennesima sanatoria il Der Spiegel parla della Sicilia come regina degli abusi. Mentre ci sono sindaci che rischiano la vita per demolire (purtroppo non ricordiamo casi recenti nel palermitano), gli onorevoli all'ARS ripropongono l'ennesima improponibile (e irresponsabile a nostro avviso) sanatoria. E il tutto ovviamente non passa inosservato, anche all'estero con un sensibile danno di immagine...   

Leggete cosa scrive ieri il Der Spiegel:

Qui una traduzione 'google': il senso è comunque chiaro..

Improvvisamente ci sono. E di solito sono brutti. costruzioni abusive sono deturpanti spiaggia, cappotto foreste colline e sfigurano riserve naturali. Ovunque nel Sud Italia c'è il fenomeno. Ma da nessuna parte è il più pronunciato come in Sicilia.

Almeno 770.000 edifici - alcuni stimano: fino a due milioni - sia stata costruita o aggiornato a partire dalla metà degli anni settanta senza il permesso sulla bella isola. Dalla mafia, dai politici locali, piccoli costruttori edili e soprattutto da speculatori.

Migliaia di costruzione illegale rimangono per anni come scheletri di cemento, senza pareti e senza accesso, sono in campagna. Alla fine, in modo che il calcolo, il brutto cemento molto denaro abbastanza porta poi.

Dal 2009, sono state aggiunte altre 22.000 case illegali. Sono stati messi sul più bel tratto di costa sullo Stretto di Messina su o intorno Marsala. Anche tra le antiche colonne greche nella famosa Valle dei Templi, il Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco Valle dei Templi, sono molti brutti edifici di nuova costruzione.

Nel frattempo, molti italiani infastidito da essa, chiedendo la demolizione dell'architettura illegale. Le organizzazioni ambientaliste fanno pressione i media a partecipare alla discussione scandalo. A livello politico, ora reprimere davvero difficile. Perché finora è stato da più simbolico e statuiert ad un esempio. Così l'anno scorso, solo due dozzine di case costruite illegalmente sono state demolite. La maggior parte di loro erano solo i piccoli, a buon mercato.

richiesta Tricky a Palermo

Ma si può davvero centinaia di migliaia di edifici distrutti, anche se è legittimo? Dove i residenti Me? Alcuni hanno già ereditato l'oggetto controverso.

Un gruppo di politici siciliani ha ora trovato una propria soluzione al problema fastidioso. Con un'applicazione geniale che è disponibile per il voto in parlamento regionale di Palermo prossimo futuro, vogliono approvare retroattivamente case illegali. Gli edifici devono essere poco meno di 150 metri dalla spiaggia.

Iniziatori sono compagni di partito del ministro degli Interni italiano Angelino Alfano. Il corposo aveva annunciato la fine della tolleranza nei confronti dei costruttori edili illegali prima di qualche tempo. Egli conosce il problema da vicino: Egli è in Agrigento, nato così vicino alla Valle altamente degradato dei Templi.

La legalizzazione previsto era chiaramente incostituzionale, avvocati tenerlo. Italia Il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti ha annunciato se una tale legge a Palermo trovare una maggioranza, che si applicherebbe alla Corte costituzionale.

Fiddle, contanti, procrastinare

A seguito della legge, le autorità dovrebbero avere demolire maggior parte degli edifici anni fa. Ma i proprietari conoscono il loro paese, le loro autorità giudiziarie e amministrative ei loro politici bene. Essi cioè aiutato libero permesso di costruzione può rendere perfettamente senso.

Tre volte - 1985, 1994 e 2003 - i politici amichevoli hanno legalizzato a Roma con un atto giuridico di grazia edifici Wild West tardi. Per una piccola tassa al comune locale, erano case coloniche a condomini e capannoni strumento a ville di lusso, e tutti erano soddisfatti. I comuni sono stati dati dei soldi per il corto di liquidi. I politici si resero popolare. La gente ha rotto i suoi problemi di costruzione stessi.

Circa due milioni di richieste per l'assoluzione politica erano in quel momento presentato, molti sono stati accettati, altri no. Circa il 40 per cento delle procedure non sono ancora complete. Per gli interessati che non è uno svantaggio.

Buoni amici aiutano ei file verranno persi

Per tanto tempo è stata fatta alcuna risposta negativa, minaccia senza demolizione. Questo aiuta coloro che hanno costruito in una riserva naturale o valle del Patrimonio Mondiale che lasciare le loro case in ogni caso. Ma essi sono autorizzati a rimanere fino a quando la decisione di autorizzazione non è definitiva.

Quindi i metodi sono vittime della tratta, con buoni amici nell'amministrazione o nella politica. La magistratura è già così lento che spesso ci vogliono decenni per decisione. Nel frattempo, possono essere i file perduti, i pubblici ministeri e giudici hanno priorità diverse e anche le proprietà della controversia di vecchia data possono cambiare. A volte c'è un sorprendente conseguenze.


Così attestato in lo scorso ottobre una corte d'appello i proprietari di abitazione su un pendio sopra Palermo: non avrebbe saputo che hanno comprato costruzioni abusive - preferiscono comprare "in buona fede" le loro proprietà. Pertanto, essi possono anche conservare e utilizzare questa. I venditori sono stati ormai in disuso società a responsabilità limitata. Il divieto di costruzione, nonostante collina ora densamente popolata che si affaccia sul mare si chiama collina della vergogna.

Quando il potere dello Stato zoppo ha ancora una volta ha un contorno, la maggior parte delle soluzioni alternative sono stati trovati ad aiutare se stessi. Come una breve pausa, ad esempio, catene umane che si sono fermati gli escavatori che avanzano. Per contro, ovviamente, la polizia impotenti.

Spesso semplicemente non c'era società di costruzioni per la demolizione - troppo pericoloso, hanno detto. Questa preoccupazione non è infondata, mostra un esempio da Licata, una roccaforte Schwarzbau sulla costa meridionale della Sicilia. Ci dato fuoco da ignoti a casa del sindaco, che aveva appoggiato la demolizione di alcune case.

In sintesi: Per decenni, tirare i costruttori sull'isola italiana di Sicilia case illegali elevati, spesso nella posizione migliore. Con clientelismo di mafiosi, speculatori e la politica di costruzione illegale non saranno puniti - ma spesso legalizzato in modo retrospettivo. Ora ci sono proteste contro l'architettura selvaggia, primo edificio ad essere demolito, il governo di Roma ha preso coscienza. Già preparando siciliani politici locali prima della prossima richiesta di approvare molti edifici in retrospettiva.


Nessun commento:

Posta un commento