giovedì 20 febbraio 2014

A Palermo Anche gli Ospedali Possono Essere Affascinanti: l'Ospizio Marino

Nel quartiere dell'Arenella, subito dopo Villa Igiea, si affaccia sul golfo il complesso dell'Ospizio Marino. Un tratto di costa affascinante per quanto resta del passato e che si completa con la Tonnara Florio. L'Ospizio Marino, fondato nel 1873 da Enrico Albanese ha ancora oggi funzioni di ospedale. Spiccano per eleganza i padiglioni del tempo. Quando a Palermo imperava ancora il buon gusto.. e prova ne è che persino il piccolo panificio ha un certo stile gradevole..







2 commenti:

  1. conosco bene l'ospizio marino,luogo incantevole ma di ricordi molto tristi.Era la casa di cura dei bambini colpiti dalla poliomielite.Il sole ,il mare la bellezza del viale lo rendevano incantevole,i reparti li ricordo a memoria,la pulizia era sovrana,il tutto gestito da suore che rendevano l'ambiente tranquillo non so fino a che punto.Dove c'era il panificio ,sorgeva la scuola elementare ,che ho frequentato fino alla 5 classe,e solo grazie a SUOR MARIA GRAZIANA ,tutti i bambini ricoverati hanno conseguito la licenza elementare.Lo studio veniva accompagnato dalle note musicali del piano che la suora suonava meravigliosamente,e quei disegni perfetti della natura accompagnavano i passi scolastici,in salita qualche volta.In fono al reparto medici c'era una piccola chiesetta dove ho fatto la prima comunione.Che dire il posto era un paradiso terrestre ,che visto dai bambini era un luogo di sofferenza.Son dovuta andare per motivi diagnostici ,ma lo squallore e l'abbandono totale di questo incantevole posto mi hanno sconvolta .Peccato anche quest'altra perla di palermo si e' perduta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io come Rita Bonsignore sono stata ospite dell'ospizio marino e concordo con quanto ha scritto nel suo commento. Anche i miei sono ricordi tristi ma inseriti in un luogo incantevole. Ricordo il viale, le imponenti palme di dattero, le buganville, i rigogliosi gerani, il mare il sole.... ricordo la scuola, SUOR MARIA GRAZIANA. Ricordo sopratutto la cura e l'attenzione nel seguire le terapie, il centro era ben attrezzato ed efficiente: palestra spaziosa e adeguatamente attrezzata (per fisioterapia e riabilitazione) , piscina dove i bambini venivano seguiti in modo amorevole giocoso e professionale. Non potrei aggiungere di più a quanto scritto da Rita Bonsignore, ho invitato mio marito (che non è palermitano) a leggere il commento di Rita Bonsignore perchè quando gli racconto di questa mia esperienza rimane quasi incredulo, e non solo lui. Non sono più tornata a visitare questo posto (non vivo più a Palermo ormai da diversi anni) ma posso immaginare lo squallore e l'abbandono che non lascia spazio all'incantevole posto degli anni '50. Peccato che anche questa perla di palermo si è perduta.

      Elimina