martedì 4 ottobre 2011

La Rovinosa Assenza di Regolamentazione per le Carrozze a Cavallo in Città..

Lo fanno a Roma. Poche regole ma chiare per la tutela dei cavalli ma anche degli stessi turisti e del decoro della città. Ne parla Repubblica: 'Esporre in modo chiaro le tariffe orarie. Poi, obblighi nei confronti dei cavalli che vanno tutelati e trattati "con rispetto e dignità". E soprattutto un corso per i vetturini. Prevede questo il nuovo regolamento per le "botticelle", i tipici calessi romani. Un regolamento che recepisce quello dei taxi, adattandolo alle esigenze del mezzo, e viene incontro alle richieste degli ambientalisti.

Inoltre, a stabilire se un cavallo può o meno trainare una botticella, sarà una commissione medico-veterinaria formata da tre medici di cui uno designato dalla Asl, uno dall'ordine dei veterinari e uno dall'ufficio per la tutela e il benessere degli animali. La commissione stessa dovrà formare i vetturini con un apposito corso e sottoporre i cavalli a tre visite annuali oltre che dotarli di microchip; la polizia municipale disporrà di lettore per individuare se l'animale è o meno tra quelli censiti. Una volta non più idoneo l'animale non potrà essere ceduto per la macellazione.'

Regole che sembrano ovvie. Ed inoltre, sempre a Roma, vengono individuati punti di sosta per i cavalli e vietate le ore troppo calde. E a Palermo? Non se ne parla eppure la situazione è drammatica e sotto gli occhi di tutti. I cavalli spesso vivono nel più totale degrado e durante il giorno costretti a lavorare fino allo stremo. E questi sono i risultati. Per non parlare poi della assenza di una regolamentazione tariffaria (non è così per i taxi) che permette agli 'gnuri di fare il prezzo a piacimento e spesso raddoppiarlo (o triplicarlo se del caso) a fine corsa perchè non inteso per la corsa ma 'a persona'.. trucchetti che fanno male al turismo stesso e alla città stessa (anche perchè personalmente dubito che vengano rilasciate tante ricevute..).

Il Consiglio Comunale è assente in tanti argomenti. Lo è anche in questo. Ma è molto strano ed inconcepibile che nessun consigliere anche singolarmente e a titolo individuale ne parli..



Nessun commento:

Posta un commento