martedì 5 luglio 2011

I Giardinieri di Santa Rosalia

Una bella esperienza documentata da un articolo sul Corriere del Mezzogiorno a firma di Alessia Rotolo. Dopo i Guerrila Gardening, altri gruppi di giovani spinti da una coscienza diversa e più diffusa si riappropriano degli spazi della propria città, valorizzandoli.


'Hanno deciso di chiamarsi i «giardinieri di Santa Rosalia» e di affidare a se stessi la missione di salvare alcuni angoli di Palermo dal degrado. Si tratta di un gruppo spontaneo di giovani, un movimento di cittadini stanchi di passare da uno dei quartieri storici di Palermo, Ballarò, e vedere una piazza adibita da un lato a discarica, con topi e puzza a seguito, e dall'altro a parcheggio. Un bel giorno quasi per caso si sono incontrati e hanno deciso di «riprendersi quella piazza»: così hanno chiamato l'Amia e si sono fatti portare uno cassone per i rifiuti ingombranti, l'hanno riempito di quella spazzatura (frigoriferi rotti, carcasse di scooter abbandonati e altro) che risiedeva nella piazzetta da tempo immemore, hanno levato le erbacce, poi hanno costruito panche e aiuole con materiale di riciclo come pallet e tavole di legno, si sono fatti regalare piante e fiori dal vivaio comunale piantandole nelle aiuole, hanno fatto una colletta per comprare vernici e terriccio e così, in breve tempo, hanno sistemato tutto (...)'

Qui il resto dell'articolo

Nessun commento:

Posta un commento