martedì 26 ottobre 2010

La Sanatoria sulle Coste. Una Norma Inammissibile.

Le coste siciliane sono una colata unica -abusiva- di cemento. Si è riaperto il solito dibattito relativo alla sanatoria. Un grosso errore. L'augurio è che si rinsavisca e si rigetti l'idea di legittimare queste orrende città di cemento armato affacciate sul mare.

Chi continua a ribadire la volontà di sanare le costruzioni abusive ha pochi motivi per giustificare la propria posizione. 1) I notai non possono trasferire gli immobili 2) migliaia di famiglie resterebbero senza un tetto 3) la demolizione e lo smaltimento di tonnellate di rifiuti.

Però è fin troppo facile ribattere che 1) La soluzione paradossalmente è affidata al tempo perchè i notai da pochi anni non possono effettivamente più accettare atti relativi a questi immobili abusivi che quindi non potranno essere trasferiti e che quindi non potranno essere più 'usati' alla morte del titolare; 2) non è vero, sono quasi tutte seconde case; 3) il male minore. Anzi sarebbe il caso che qualcuno si desse una mossa in questo senso (ma il lungomare di Carini non doveva essere ripulito?)

La sanatoria legittimerebbe la costruzione di altri milioni di mostri a ridosso del mare. E nessuno potrebbe più obiettare nulla.

Quindi non si tocchi il limite dei 150 metri e non si peggiori definitivamente e irrimediabilmente una situazione già disastrosa.

Nessun commento:

Posta un commento