giovedì 14 ottobre 2010

Foro Italico. Una Proposta.

Ricevo questa mail da Marco D. e la pubblico per offrire uno spunto di riflessione in merito:

Sono stato a Palermo per la Visita del Santo Padre,e osservando quell’immensa spianata del
Foro Italico che si affaccia sul mare,mi permetto di darvi un consiglio, fatelo diventate una punto di aggregazione permanente per tutti.
Penso ad una bel palco permanente fatto in cemento,per concerti di musica e per opere teatrali,abbellito con ceramiche siciliane,.con un viale centrale che attraversi tutta la spianata,fatto con manto in cubetti di porfido,con dei punti di ristoro, tipo bar chalet che si trovano nelle ville comunali,ad una bella illuminazione delle panchine in ferro,altre aiuole e palme e pino marino,tutto per far diventare un luogo di aggregazione permanete per i giovani palermitani,e non solo.
All’altezza del NH Hotel dove ce lo spartitraffico si potrebbe fare una bella aiuola come spartitraffico con delle palme,invece di quel guard-rail,messo appunto a fare da spartitraffico.
Vi saluto scusatemi se mi sono permesso,era solo per dirvi che avete una bellissima città con degli interventi urbanistici e di restyling potrebbe diventare una città gioiello.
Saluti

3 commenti:

  1. un palco in cemento?? giusto ora che abbiamo recuperato la vista sul mare??? non scherziamo. piuttosto sarebbe stupendo potere costruire un piccolo teatro nell'angolino del porto di s. erasmo

    RispondiElimina
  2. apprezzo l'entusiasmo della proposta, ma camento no. semmai bisognerebbe ripensare collegare il porto con la grande viabilità, sollevando il foro italico dal traffico pesante. al momento il foro talico è una succursale dellam circonvallazione. andrebbe tutto in tunnel, e in superficie pedonalizzato.
    farei delle modifiche al prato, ma sinceramente di vialoni in cubetti di porfido non ne vedo l'urgenza.
    eliminare le barriere fra la città e il mare sì. ma solo eliminando tutto il traffico da lì.

    RispondiElimina