sabato 23 ottobre 2010

Dettagli in Via Merlo


2 commenti:

  1. Caro Gabriele occorrerebbe una campagna fotografica in tutto il centro Storico. I cavi esterni degli impianti di pubblica illuminazione, AMG, e quelli degli impianti privati Enel, Telecom etc.(alcuni anche in disuso) ancorati sulle murature deturpano le facciate dei palazzi del Centro Storico. Non mi pare di avere visto in altre città d'arte italiane o europee tali interventi. Credo che anche gli Enti (privati o a partecipazione pubblica) proprietari ed installatori degli impianti debbano rispettare delle precise regole nella installazione, realizzando condutture interrate e/o sottotraccia, ove possibile, evitando l'applicazione indiscriminata di cavi tubazioni e apparecchiature sui prospetti degli edifici (spesso anche vincolati).In alcuni casi risultano anche pericolosi per l'incolumità pubblica.

    RispondiElimina
  2. RT concordo sul fatto che i cavi esterni sono un vero e proprio schiaffo al decoro urbano.

    So che la progettazione di recupero o di restauro spesso (non sempre, evidentemente in alcuni casi) prevede l'incassamento dei cavi ma non è previsto nulla per i nuovi allacci o per gli edifici dove non si sia provveduto ad interventi di recupero.

    Sarebbe più utile, come dici, obbligare tutti gli enti competenti ad intervenire oltre che sui nuovi allacci anche su quelli già esistenti.

    Sarebbe sicuramente necessaria una regolamentazione comunale ad hoc. O anche una semplice ordinanza. Ma alla base di tutto ci vorrebbe, soprattutto, la volontà..

    RispondiElimina