sabato 11 settembre 2010

Nuova Sessione di Riqualificazione del Centro Storico. Primi Passi al Foro Italico.

Da Rosalio:

Il Piano generale dei riqualificazione degli spazi aperti del centro storico portato avanti dall’assessore Maurizio Carta che può contare su 2,3 milioni di euro recentemente deliberati dal Consiglio comunale, da utilizzare anche per le reti tecnologiche e l’illuminazione, parte dal Foro Italico. I primi lavori sono iniziati ieri e sono affidati all’impresa B.O.N.O. Costruzioni di Montelepre per un totale di 142 mila euro.
Il primo stralcio riguarda il lato adiacente alle Mura delle Cattive, terminerà entro la fine di settembre e comprenderà:
demolizione dei marciapiedi ammalorati in battuto cementizio siti lungo il Foro Umberto I (lato mura delle Cattive);
ripristino delle parti di marciapiedi in battuto cementizio, delle buche esistenti e/o dei vari rappezzi e fornitura e collocazione di orlature in pietra calcarea similari alle esistenti;
verniciatura e ripresa delle panchine in ferro esistenti lungo il Foro Umberto I;
fornitura e collocazioni di nuovi dissuasori similari agli esistenti, nelle parti mancanti, posti nei bordi dei marciapiedi;
fornitura e collocazioni di telai e pozzetti in ghisa.
Altri lavori seguiranno il programma degli interventi urgenti in corso di predisposizione dagli uffici, di cui si può anticipare l’intervento in via Alloro, alla Vucciria, in via Porta di Castro e all’Albergheria.
Carta ha dichiarato: «Intervenire sulla manutenzione e il restauro degli spazi pubblici vuol dire non solo risolvere problemi di decoro e di sicurezza del centro storico a vantaggio del benessere dei cittadini, ma permette di attivare un indispensabile stimolo alle iniziative edilizie e commerciali dei privati che potranno fungere da moltiplicatore degli investimenti. [...] È questa la caratteristica della nuova fase di recupero del centro storico, non solo interventi urgenti o singoli recuperi, ma un sistema integrato di restauro degli edifici monumentali e residenziali connessi attraverso un progetto di spazi pubblici e di servizi che insieme alle reti fognarie e all’illuminazione consenta di aumentare la vivibilità nel centro storico. Questa e la sfida che vogliamo lanciare anche partendo da un piccolo intervento di riqualificazione di un marciapiede o da un giardino».

Nessun commento:

Posta un commento