martedì 16 marzo 2010

La Linea Continua che -Dopo Secoli- Lega Ancora Palermo alla Spagna

La storia la conosciamo tutti e sappiamo come i catalani cinquecento anni fa vivevano a Palermo e incrementarono i commerci e la resero ancora più florida. Una storia che sembra distante eppure basta poco a 'riavvicinarla' poichè le testimonianze architettoniche sono oggi ancora presenti e ben visibili in Centro Storico. Di seguito ho allegato alcuni dettagli di un monumento simbolico della cultura catalana in Spagna (la Loggia della Seta a Valencia) e alcune immagini scattate a Palermo. Si tratta di pochi esempi ma potrebbero essercene molti altri. Così, giusto per ulteriormente tracciare quella linea che storicamente ci unisce al passato catalana e per evidenziare la ricchezza della storia (ancora attuale perchè ancora visibile) di Palermo.
Prospetto della Loggia della Seta - fonte: trepatroles.wordpress.com

Santa Eulalia dei Catalani in via Argenteria

Prospetto della Loggia della Seta - Fonte: lanaveva.wordpress.com

Convento di Santa Maria La Grazia in via Divisi

Palazzo Marchesi in Piazza Santi 40 Martiri al Casalotto

Doccione della Loggia della Seta - Valencia - Fonte: Flickr

I doccioni del Palazzo Abatellis in via Alloro
Loggia della Seta - Valencia - Fonte: Flickr

Il Prospetto di Palazzo Abatellis in via Alloro

3 commenti:

  1. Un altro esempio potrebbe essere l'introduzione nell'architettura gotico-catalana a Palermo della scala escuberta,(valga su tutti il caso di palazzo Abatellis) tipico esempio di derivazione tutta catalana...
    Ma al di là di questo...cosa terrà mai in mano quel doccione!!! hahahaha..scusate la puerilità ma non potevo fare a meno di farlo notare!

    RispondiElimina
  2. Porca miseria! E' vero! Mi riferisco al doccione.. non l'avevo notato. Scusate non volevo.. comunque tutto il resto è effettivamente simile ai doccioni del Palazzo Abatellis..

    RispondiElimina
  3. Quel doccione sembra anche abbastanza felice di fare quello che sta facendo :-)

    Nella lista aggiungerei pure il neo gotico catalano del palazzo Galletti in piazza Marina. Quella linea continua non ha mai avuto una vera fine a Palermo.

    RispondiElimina