venerdì 31 luglio 2009

Sbloccati i 4 Miliardi dei Fondi FAS per la Sicilia

Il CIPE li ha appena sbloccati. Quando alzare la voce conviene...

(ASCA) - Roma, 31 lug - Il Par (Piano d'azione regionale) della Sicilia, che e' stato sbloccato dal Cipe, vale esattamente 4,313 miliardi di euro e prevede il trasferimento delle risorse sulla base dell'avanzamento dei lavori.Le risorse potranno essere utilizzate anche per meccanismi di copertura per una eventuale ''fiscalita' di vantaggio'' che dovesse essere adottata.

mercoledì 29 luglio 2009

Il Governo a Carte Scoperte Indica come Capitale del Forum Mediterraneo Milano. Alla Fine la Spunta Palermo..

Che ci fosse il sospetto di qualche pregiudizio da parte di Roma nei confronti del Mezzogiorno era orma chiaro ma così era fin troppo sporca.. Il Governo aveva indicato Milano quale capitale del Forum Permanente per lo Sviluppo del Mediterraneo. Milano! Alla fine alla cnta dei voti in Parlamento ha prevalso Palermo.. Eppure questo è più che un indizio della spregiudicata ambizione nordcentrica di un governo che (adesso ammetto... 'per fortuna') inizia a perdere consensi. Spero solo che al di la di previsioni autonomistiche si fondi un movimento di consapevolezza meridionale e che alle prossime elezioni lo schieramento al Governo nazionale perda voti al Sud.. solo così i fatti potrano superare le parole.

Per approfondire sul Forum per lo Sviluppo del Mediterraneo a Palermo:

clicca qui

clicca qui

martedì 28 luglio 2009

La Secessione è Già Arrivata. La Presentazione del Report Sicilia.

Da Live Sicilia:
Mentre la politica dibatte dell’affascinante quesito se occorra un partito del Sud, più Sud nei partiti, un Pdl Sicilia o una Sicilia con più Pdl e via discorrendo, mentre tutto l’appassionante confronto va avanti dentro il Palazzo, insomma, la Sicilia e il mezzogiorno “vanno alla deriva” e “la secessione è già arrivata”. Parole di Pietro Busetta, presidente della fondazione Curella, che stamattina a Palazzo dei Normanni ha presentato il report Sicilia realizzato dal Diste in collaborazione con la Fondazione e con Università di Palermo, Sviluppo Italia Sicilia e Cirmet. Un rapporto con previsioni tutt’altro che consolanti, che parlano di 40 mila posti di lavori destinati ad andare in fumo, un Pil che dovrebbe crollare di più di cinque punti e un export che è già precipitato, nei primi mesi dell’anno del 50 per cento.
In tempi di crisi internazionale non si poteva sperare in molto di meglio. Ma Busetta, al riguardo, ci tiene a precisare: “Il problema piu’ che congiunturale e’ strutturale, nel senso che non ha origine dalla situazione di crisi che attraversa l’economia mondiale ma piuttosto da una politica in Sicilia e nel Mezzogiorno disattenta ai problemi reali. Il rischio e’ che si arrivi a un disamore per l’unita’ del Paese”. Secondo Busetta, “c’e’ un problema di rozzezza politica. Si stanno abbandonando alla deriva 21 milioni di abitanti. E solo adesso, finalmente, i quotidiani nazionali, si interessano del Sud, che la politica non riesce a capire”. Insomma, bacchettate al governo che si è dimenticato del Mezzogiorno. E poche speranze per una ripresa, che, comunque, non si dovrebbe presentare prima della tarda primavera del 2010. Intanto il divario tra Sud e Nord si rafforza e la “secessione” si va facendo sempre più un tragico dato di fatto. Con buona pace dei meridionalisti dell’ultim’ora, sembrerebbe leggersi tra le righe del report. (...)


Qui l'articolo per intero

lunedì 27 luglio 2009

sabato 25 luglio 2009

Dettagli in Vicolo Marotta


Sul prospetto del Palazzo Vanni di San Vincenzo in vicolo Marotta fa bella mostra di sè questa bifora di epoca sicuramente antecedente alle facciate del Palazzo.. bravi i costruttori che sono riusciti a preservarla e a valorizzarla.

giovedì 23 luglio 2009

martedì 21 luglio 2009

Il Vincitore del Concorso di Amopalermo

Il suo nome è Salvatore Mercadante e ha risposto a tutte le domande del primo concorso di AmoPalermo e si è dimostrato un vero intenditore e conoscitore del Centro Storico di Palermo.

Non lo conosco personalmente ma, vista l'immediatezza delle risposte, mi auguro di fare presto una passeggiata per il Centro con lui per imparare qualcosa di nuovo..

Complimenti ancora.

lunedì 20 luglio 2009

Il Traffico.. Un Problema Atavico..

clicca sull'immagine per ingrandirla e per leggere il testo


Bellissimo documento pubblicato dal brillante Giacomo Cangelosi sul gruppo facebook Palermo di una Volta. Quando si dice che il traffico è un problema che non avrà mai fine a Palermo.. probabilmente non ha nemmeno avuto nemmeno un inizio...

sabato 18 luglio 2009

venerdì 17 luglio 2009

giovedì 16 luglio 2009

L'Emigrazione dal Meridione Continua ad Aumentare

E si configura sempre più come il vero fenomeno da contrastare. Perdere i cervelli per rimpiazzarli con i pensionati non può che portare al deserto culturale ma anche imprenditoriale. Ed è così che il sud diventa sempre più terra di consumatori a scapito dell'iniziativa privata. Per non parlare poi della presenza del pubblico... Forse anche per questo una 'consapevolezza meridionalista' è oggi più che mai necessaria..

I dati li riporta lo Svimez e li riassume il Sole24Ore in questo articolo di seguito.

'Un'Italia spaccata in due, con un Centro-Nord che attira i flussi migratori e li smista al suo interno e un Sud che espelle giovani e manodopera per rimpiazzarli con pensionati, e stranieri. È l'immagine che emerge dal Rapporto Svimez 2009, l'associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno. Un dato spicca su tutti: tra il 1997 e il 2008 circa 700mila persone hanno abbandonato il Mezzogiorno. E, lo scorso anno, le regioni meridionali hanno perso oltre 122mila residenti a favore di quelle del Centro-Nord, a fronte di un rientro di circa 60mila persone. E, oltre l'87% delle partenze, ha origine in tre regioni: Campania, Puglia, Sicilia. L'emorragia più forte è in Campania (-25mila), seguita dalla Puglia (-12,2mila) e dalla Sicilia (-11,6 mila). In particolare, cresce fortemente il numero dei laureati "eccellenti" che decide di lasciare il Sud: nel 2004 partiva il 25% dei laureati meridionali con il massimo dei voti; tre anni più tardi la percentuale è balzata a quasi il 38%. Per i giovani in possesso di laurea il Centro-Nord rapprensenta un'opportunità per guadagnare di più, anche se i contratti sono meno stabili rispetto a quelli che riesce a ottenere chi rimane.(...)'

Qui l'articolo per intero

mercoledì 15 luglio 2009

La Chiesa di San Giovanni Decollato Restaurata

Terminati i lavori di recupero della chiesa di San Giovanni Decollato all'Albergheria. Su Amopalermo se ne era parlato ad Ottobre del 2008 (qui il post). Di seguito le immagini del cambiamento:


Com'è oggi

Com'era fino al 2008

martedì 14 luglio 2009

Il Restauro del Palazzo Vanni di San Vincenzo in Via del Celso







Ormai quasi ultimato l'ennesimo cantiere della via del Celso.. Si tratta questa volta del Palazzo Vanni di San Vincenzo che recupera pienamente i prospetti di un tempo. Sulla facciata nel retrostante vicolo Marotta una bifora da dimostrazione dell'epoca (antichissima) di avvio della fabbrica del palazzo..

lunedì 13 luglio 2009

In Restauro il Prospetto del Seminario Arcivescovile




Il Recupero del Patrimonio Storico Architettonico di Palermo non riguarda solo edifici laici, il Seminario Arcivescovile in via dell'Incoronazione è un palazzo davvero di grandi dimensioni e da qualche settimana si sono alzati i ponteggi per il restauro del prospetto.

Di seguito un po' di storia dal sito del Seminario Maggiore 'San Mamiliano':

'Come riporta il Gaspare Palermo, il luogo concesso dall’Arcivescovo di allora per la costruzione del Monastero, fu quello dove sin dal 444 sorgeva il Palazzo Arcivescovile, parte del quale nel 1183 fu demolito dall’Arcivescovo Gualtiri Offamilio, per la costruzione della nuova Cattedrale, e che nel 1460 gli arcivescovi lasciarono definitivamente come loro abitazione per trasferirsi nel nuovo Arcivescovado, costruito dall’Arcivescovo Simone Bologna. Nel 1512 le dette religiose prendevano possesso del nuovo Monastero costruendovi la chiesa dedicata a S. Maria di Monte Oliveto che da allora cominciò a chiamarsi “Badia Nuova” e dove vi rimasero fino al 1860, quando in seguito all’annessione all’Italia, tutti gli ordini vennero aboliti e i loro beni confiscati dallo Stato. Adibito a diversi usi, divenne la nuova sede del Seminario nel 1946, ed intitolato a San Mamiliano per volere del Card. Ernesto Ruffini.

Oggi, il monastero è proprietà del Seminario, in seguito ad una permuta conclusasi con visto favorevole del Consiglio di Stato in data 6 marzo 1996, tra il Fondo Edifici di Culto, giuridicamente rappresentato dal Ministero dell’Interno, e l’Arcivescovo pro-tempore di Palermo, Cardinale Salvatore Pappalardo, in rappresentanza del Seminario Arcivescovile.
'

venerdì 10 luglio 2009

La Presentazione di Zero91 Magazine Free Press

Cliccate sull'immagine per ingrandirla


Zero91 Magazine è un mensile free press che sarà distribuito a Palermo e provincia e consultabile sul sito http://www.zero91magazine.it/
Sarà presentato alla stampa e al pubblico venerdì 10 luglio alle ore 18.30, presso lo Zero91 Restaurant,via Castrofilippo 10\12 (p.zza Magione). Subito dopo concerto dei "Bussola Dietro" (voce: Linda Armetta; chitarre: Marco Mirti e Tonya Puleo) Rinfresco e degustazione vini della cantina Principe di Corleone.

Il Programma del Festino 2009

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Così Cambia Aspetto Palermo..


Un piccolo -rappresentativo- esempio del recupero del Centro Storico palermitano.. Qui siamo nel retro di Casa Professa a ridosso della Biblioteca Comunale e della ex chiesa di San Michele arcangelo. Accanto, continuano i lavori di recupero della chiesa di San Crispino e Crispiniano. Fiori e non più detriti o ruderi, insomma.. Una immagine -tra le tante- del pieno risveglio del nostro Centro Storico..

giovedì 9 luglio 2009

Univercittà in Festival Propone: 'Aziz, Palermo La Splendida' - La Cultura degli Anni Sessanta

E' il primo evento di "Aziz, Palermo la splendida" che si terrà presso il Chiostro Steri il giorno 10 luglio alle ore 20,00 (non alle ore 11,00 come inizialmente previsto).
Intervengono: Roberto Lagalla, Antonio Calabrò, Salvatore Butera, Eva di Stefano, Salvatore Ferlita, Gioacchino Lavanco e Piero Violante. Modera Maurizio Carta

UniverCittà inFestival tesse un filo rosso tra gli eventi: Palermo Anni Sessanta, i fatti, le occasioni, i ricordi, le speranze, i sogni e le contraddizioni. La rassegna AZIZ, Palermo la splendida è dedicata alla cultura degli Anni Sessanta: un ritratto-racconto di un decennio caratterizzato dalla presenza di avanguardie artistiche e culturali che fanno della città un punto di riferimento delle élite intellettuali europee, ma sono anche gli anni dell’aggressivo avvento del sacco edilizio e della drammatica apertura della stagione delle stragi. Le innovazioni, le speranze e le criticità di quegli anni possono contribuire ancora oggi a stimolare una riflessione sul rinnovo della classe dirigente, sulla ripresa di una coscienza civica e sul ruolo dell’università. La rassegna, curata da Antonio Calabrò, si declinerà seguendo sette direttrici: la politica, la letteratura, la musica, l’arte figurativa, il teatro, la società civile e l’economia, guidate dai ricordi e dai punti di vista di Antonio Calabrò, Salvatore Ferlita, Piero Violante, Eva di Stefano, Gabriello Montemagno, Gioacchino Lavanco e Salvatore Butera e dei loro ospiti selezionati tra i protagonisti e i testimoni di quegli anni.

Nuova Fisionomia per la Via Calascibetta alla Kalsa

La via Calascibetta, tra Piazza Borsa e la via Paternostro non sembra più quella di una volta. Tutti i palazzi sono stati recuperati, si aspetta solo che finisca il recupero del Palazzo Marchese e che inizi il restauro del prospetto del Palazzo Cattolica ma questa foto, senza degrado nè rovine, sembra davvero scattata altrove..

mercoledì 8 luglio 2009

Nuova Vita per l'Albergo Trinacria in Via Butera

Pare che sia stato rilevato oggi per circa 1.700.000,00 euro.. Con l'Hotel Trinacria Si aggiunge così un altro tassello, uno dei pochi e comunque tra i più importanti, per il recupero completo dell'intera strada che si conferma tra le più ambite di tutto il Centro Storico. Sono solo curioso di conoscere la futura destinazione che i nuovi proprietari vorranno dare alla struttura..

Ancora una Volta l'Incuria della Curia: il Crollo del Campanile di Sant'Onofrio

Da La Sicilia di oggi:
Attimi di paura stamattina a Palermo. Alle spalle del mercato storico del Capo e a pochi passi dalla via Candelai, nota strada della movida palermitana, è crollata una parte del pavimento del campanile della chiesa di sant'Onofrio.
La struttura, ubicata nel centro storico, poggiava sul tetto di due appartamenti a piano terra di proprietà della parrocchia e abitate da due famiglie composte da sette persone che sono state fatte evacuare. Non si registrano feriti.


Asfalto o Balate?

Pubblico una mail che ho ricevuto pochi giorni fa... può essere una interessante occasione di confronto. In Centro Storico è giusto coprire tutto con l'asfalto? o è meglio lasciare le originarie balate a vista e così il pavè di alcuni vicoli e strade?:

'Salve a tutti!!! sono uno studente della facoltà lettere e filosofia di Palermo....intanto vorrei complimentarmi per il vostro lavoro e la vostra passione.. non nascondo che mi rincuora sapere che c'è a Palermo altra gente che, come me, ama la nostra città a tal punto; fino a qualche tempo fa non ci avrei giurato!! Ma sarò meno prolisso... vorrei portare alla vostra attenzione un dato che personalmente mi rattrista non poco: avrete sicuramente notato che dalle principali arterie storiche della nostra città (e mi riferisco soprattutto a via Roma, via Matteo Bonello, corso Alberto Amedeo, corso Tukory, via Francesco Crispi, etc.) è scomparsa la caratteristica pavimentazione a cubetti di porfido (il cosiddetto pavè per intenderci) per lasciare posto ad un anonimo e mortificate asfalto che col centro storico ha ben poco da spartire....(piccola parentesi: a quelli che dicono che l'asfalto è stato sostituito al porfido perché quest'ultimo scivoloso, io rispondo che: 1°la veridicità di tale affermazione è proprio il suo esatto contrario; 2° se così fosse,allora perché lo hanno lasciato nei tornanti della strada panoramica di monte pellegrino, forse per far sbandare meglio le auto!!?? e 3° fateci caso, in alcuni distributori di benzina è presente proprio per garantire un migliore arresto del veicolo, non certo per mera estetica, (è noto che i distributori di benzina non si distinguono per eleganza!!!)....Magari non sarò stato, come promesso, poco prolisso, e me ne scuso, però ritengo che il problema meriti un approfondimento.... e a chi parlare di queste cose se non a persone che come me Amano Palermo!? Ringraziandovi preventivamente per l'attenzione che sicuramente presterete a questi miei "sproloqui" vi saluto e vi invito a continuare sempre su questa strada, perché il futuro della nostra città siamo noi palermitani, soprattutto quelli che, sarò ripetitivo, Amano Palermo!'

martedì 7 luglio 2009

La Sicilia Come Hollywood

Da un articolo del Sole 24 ore le nuove prospettive di Termini Imerese. Alla faccia della FIAT.. che tanto ha avuto nei decenni e oggi ne vediamo il risultato..

'In Sicilia non c'è un teatro di posa con i servizi connessi. Una società indipendente italiana, la Einstein Multimedia, sta per realizzare un sogno, quello di ideare i primi studi audiovisivi dell'isola. Sorgerà nell'area industriale di Termini Imerese, le antiche Terme di Ercole, città greca, cartaginese, romana. A realizzare il progetto, nel segno della contemporaneità, è stato chiamato Massimiliano Fuksas, scelto dai due soci di Einstein, Luca Josi e Andrea Olcese. (...)'

Qui l'articolo per intero

lunedì 6 luglio 2009

Il Restauro del Palazzo Bonanno di Castellana




Finalmente prendono il via i lavori di recupero e restauro del Palazzo Bonanno di Castellana. Il cartello affisso sul prospetto del Palazzo sulla Salita Castellana è piuttosto chiaro..

sabato 4 luglio 2009

I Love Sicilia Cafe' nel Parco di Villa Filippina

Iniziativa interessante (come la location d'altronde..). Da LiveSicilia:

Da una collaborazione con gli editori di “I love Sicilia”, noto mensile di stili, tendenze e consumi, nasce “I love Sicilia Cafè”. La struttura, sita nella centralissima piazza S. Francesco di Paola, si propone come nuovo incubatore culturale della calda stagione palermitana. Una partnership che mira a produrre un progetto di qualità. Con i privati che puntano e investono sulle migliori realtà presenti nel panorama musicale, artistico e culturale. Il tutto senza alcun costo per il pubblico che vorrà essere ospite della programmazione estiva di “I love Sicilia Cafè”.
Momenti culturali e musicali che si alterneranno con quelli dedicati al buon bere. Il tutto nell’elegante area allestita all’interno del parco di Villa Filippina. A far da cornice, lungo l’ampio porticato, i suggestivi affreschi sulla vita di Cristo, recentemente restaurati dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali e Ambientali.
Il cartellone del mese di luglio (si comincia martedì 7) è un concentrato di stili diversi, nell’intenzione di accontentare un po’ tutti i gusti. I cancelli di Villa Filippina si apriranno tutte le sere a partire dalle 19,30.Il programma del caffé letterario ha già segnate in rosso alcune date da non perdere: sette conversazioni con altrettanti autori siciliani che hanno scelto “I love Sicilia Café” per presentare le loro ultime fatiche letterarie insieme ad autorevoli giornalisti e scrittori. Tra questi il corrispondente del Tg5 Gaetano Savatteri, la giornalista enogastronomica Alma Torretta, Salvo Toscano - giornalista e coordinatore dei mensili “S” ed “I love Sicilia”, i giornalisti-scrittori Ugo Barbàra e Giuseppina Torregrossa.
Gli appuntamenti musicali vedranno protagonisti nell’area “Jazz Club” alcuni tra i più grandi esponenti locali di questo stile musicale senza confini quali Francesco Buzzurro, Anita Vitale e Rita Collura, Sergio Munafò, Gaetano Riccobono, B-Soul e Bad Songs. Ma ci sarà spazio anche per altri generi quali la musica capoverdiana del Jerusa Barros Duo, il flamenco proposto dal Massimo De Maria Group, il tango del Maurizio Maiorana Trio, la bossa nova di Alessandro Panicola, la musica brasiliana di Vincenzo Palermo, il blues degli Stonebreakers, il recital “Sikl & Tyme” di e con Fabrizio Cammarata, la lounge music del dj e speaker radiofonico Mario Caminita, il tributo dedicato agli intramontabili Beatles dagli Apple Scruffs e la naif music degli Om.
Ci sarà spazio anche per un “Festino” alternativo e un po’ dissacrante firmato Sasà Selvaggio (il 14 luglio) e per il tributo a Giuseppe Leopizzi, straordinario chitarrista ed interprete di musica folk celtica scomparso prematuramente due anni fa (serata-evento il 31 luglio).
L’ingresso ogni sera è libero.Ulteriori informazioni sugli appuntamenti in programma telefonando allo 091.6116565.

venerdì 3 luglio 2009

Il Rimboschimento di Piazza Magione

E' previsto per settembre, mese in cui verranno piantati 50 alberi in Piazza Magione. Si tratta di piante di ulivi, carrubi e melograni sicuramente destinati a cambiare ulteriormente (ed in meglio) la fisionomia della piazza.

In questo comunicato dell'Enel qualche dettaglio in più.

giovedì 2 luglio 2009

La Chiesa dei Ss. 40 Martiri alla Guilla



La Chiesa di S. Ranieri e dei SS. 40 Martiri Pisani fu edificata nel 1608 dalla Confraternita Pisana. Una chiesa sicuramente un po' anonima esternamente eppure con degli ambienti interni riccamente decorati. Gli affreschi sono infatti di Guglielmo Borremans. Un piccolo pretesto per una passeggiata verso luoghi ancora poco conosciuti del Centro Storico palermitano..

mercoledì 1 luglio 2009

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...