martedì 5 maggio 2009

L'Ipotetico Rapporto Mafia-Eolico in Sicilia Ora Anche Sul Financial Times

Oltre a essere brutte ora sono anche pericolose. A dire il vero la connivenza era stata già paventata da diverse testate. Ora ne parla anche il Financial Times, che non è proprio l'ultimo arrivato, e che potrebbe portare ad una riflessione ancora più compiuta sul fenomeno dell'eolico in Sicilia. Io sono del tutto avverso all'espansione massiccia dell'energia eolica in Sicilia non tanto per la configurazione di fattispecie criminose (lo accerteranno le autorità preposte) ma per la devastazione del paesaggio. Qui di seguito l'incipit dell'articolo 'Mafia link to Sicily wind farms probed' del Financial Times a firma di Guy Dinmore:

'Anti-Mafia magistrates in Sicily have opened a sweeping investigation into the wind power sector where local officials, entrepreneurs and crime gangs are suspected of collusion in the construction of lucrative wind farms before their eventual sale to multinational companies.
Italian and EU subsidies for the building of wind farms and the world’s highest guaranteed rates, €180 ($240, £160) per kwh, for the electricity they produce have turned southern Italy into a highly attractive market exploited by organised crime.
'


Qui il link all'articolo

Nessun commento:

Posta un commento