lunedì 9 febbraio 2009

Il Tribunale dei Beati Paoli Impedito al Pubblico..

Uno scorcio della Grotta dei Beati Paoli (Fonte: sito della Cattedrale di Palermo)
La scoperta a suo tempo fu sensazionale. Non capita tutti i giorni di trovare la grotta dove si riunivano e giudicavano i Beati Paoli. Una setta di incappucciati che notoriamente si facevano giustizia da sè circondati da un alone di mistero e che si spostavano agevolmente per Palermo attraverso percorsi sotterranei. La caverna è circolare, con una seduta che si svolge su tutta la circonferenza. Insomma un vero e proprio tribunale. Potrebbe anche essere altro ma non ho trovato fonti che parlino di usi diversi. Il Tribunale dei Beati Paoli si trova in prossimità della Chiesa di Santa Maria di Gesù, o anche della S. Maruzza, o dei 'Canceddi' in piazza Beati Paoli. L'accesso è (era) da vicolo degli orfani limitrofo alla chiesa stessa. Si tratta di parte dei sotterranei del palazzo Baldi Blandano, oggi ristrutturato e abitato. E' un peccato che la grotta non sia indicata nemmeno con una targa e che sia assente daogni mappa turistica. Dipende probabilmente dal fatto che la grotta dei Beati Paoli non è fruibile e che la si potrebbe visitare solo citofonando e chiedendo il favore a chi abita il palazzo. Peraltro per visitare la grotta sembrerebbe che basti attraversare un cancello e accedervi dal cortile senza recare poi tanto disturbo. E' un peccato davvero che parte della storia di Palermo sia impedita ai palermitani. La grotta, cita La Duca, collegava ad a molte zone cittadine attraverso altri vicoli sotterranei, forse parte del complesso delle catacombe cristiane di Porta D'Ossuna.

L'accesso come è oggi, sulla sinistra.

1 commento:

  1. Se, non potendo ancora fruire di questo affascinante spettacolo volete sognare immaginando luoghi e vicende, leggete "I Beati Paoli" e "Coriolano della Floresta" di Natoli.

    RispondiElimina