domenica 18 gennaio 2009

Muore Ugo Dell'Ara

Pubblico questa lettera ricevuta per email:

Salve, Vi scrivo per comunicarVi la morte del coreografo Ugo Dell'Ara, avvenuta giorno 16 gennaio a Marino, in provincia di Roma. L'operato di Dell'Ara a Palermo ha contribuito ad una stagione incredibile e felicissima del Teatro Massimo, durata circa 14 anni (1960-1974). A lui si deve la fondazione ed il rilancio della Scuola di Ballo, che ha portato all'affermazione di talenti strepitosi. Con Dell'Ara direttore del Teatro, il Massimo ha raggiunto i vertici nazionali ed internazionali per qualità ed attività. A Palermo, città che amava, il Maestro ha lasciato un ricordo indelebile, pertanto volevo chiederVi se lo si potesse ricordare con un piccolo articolo anche su amopalermo.com.

Andrea

1 commento:

  1. Per la Danza Italiana e la cultura europea è morto l'ultimo degli artisti coraggiosi, l'ultimo coreogerafo che ha frugato ai confine del corpo per regalarci un'anima, l'ultimo espressionista che ci ha raccontato della pesantezza dei corpi terreni trasformata in magica leggerezza di strumenti celesti, l'ultimo arrivista del messaggio graffiante e non delle poltrone, l'ultimo che ha vissuto i corpi straziati della guerra e che per il resto della sua vita ha passato a ricomporre e rianimare, l'ultimo intellettuale dei corpi dalla ricchezza dei semplici, l'ultimo coreografo delle pulsazioni del cuore,l'unico ad aver parlato di "scultura cinetica" l'ultimo vero lampo di luce in un teatro sempre più falso e più buio.
    GRAZIE UGO per avermi dato un pezzetto del tuo cuore, per avermi fatto scoprire il mio e credere in quello di tutti gli altri, mi hai regalato, a me bambino l'occhio del cuore, per osservare l'unico vero grande gioco che è l'universo danzante. Ciao Diego

    RispondiElimina