martedì 4 novembre 2008

CVD .. Nasce l'Unione per il Mediterraneo e la Sede non è a Palermo

Lo dice l'ANSA. La Stefania Craxi conferma il completo disinteresse per la scelta della sede a Palermo.

MARSIGLIA - I 43 ministri degli Esteri dei paesi euro-mediterranei hanno trovato un accordo su tutti i punti che fino a ieri sera sembrava potessero mandare all'aria il futuro dell'Unione per il Mediterraneo (Upm). Questo consentirà di dare l'avvio ufficiale ai lavori dell'Upm che partiranno entro fine anno. Lo ha detto il sottosegretario italiano agli Esteri, Stefania Craxi. "C'é stato il serio rischio che potesse saltare tutto, ma alla fine è stato trovato un compromesso su tutto e l'Upm può andare avanti", ha detto Craxi. Secondo l'assetto stabilito dai ministri, la sede del segretariato sarà a Barcellona, il Segretario generale sarà di un paese della sponda Sud e lavorerà assieme a funzionari di cinque paesi: Italia, Grecia, Malta, Israele e Autorità nazionale palestinese. Il Segretario e i cinque membri aggiunti saranno in carica per tre anni e saranno operativi entro la fine dell'anno. ITALIA TRA MEMBRI SEGRETARIATO GENERALE Ci sarà anche l'Italia tra i membri del Segretariato generale dell'Unione per il Mediterraneo (Upm) con sede a Barcellona. E' quanto ha annunciato oggi il sottosegretario italiano agli Esteri, Stefania Craxi. "L'Italia ha scelto fin da subito di non presentare una candidatura per la sede del Segretariato, ma di premere per avere un membro nel centro decisionale", ha detto Craxi durante una pausa dei lavori dei 43 ministri degli Esteri euromediterranei in corso a Marsiglia.

Nessun commento:

Posta un commento