venerdì 5 settembre 2008

Sicily? The Next Tuscany.. Lo Dicono gli Inglesi

Lo diceva esattamente un articolo del times del 2005 (qui il link per conoscenza) ma effettivamente lo motivano anche altri dati. L'interesse nel real estate sempre più massiccio da parte di famiglie inglesi. Principalmente la zona di Ragusa (il celebre Ragusashire.. giusto per capire come le cose stanno cambiando qui un link a caso), ma anche le Madonie (qui l'articolo di Repubblica) e Palermo stessa (più dispersiva. E' difficile documentare il cambiamento ma per chi bazzica il Centro Storico, e con un occhio più attento, il fenomeno può essere notato).
Anche l'incremento di voli low cost (Ryanair su tutte) fa la usa. A breve aprirà l'aeroprto di Comiso che probabilmente sarà orientato su tratte europee low cost. La Gesip dovrebbe fare di tutto per favorire l'incremento di queste miniere d'oro (i low cost) anche su Palermo e strappare il primato attuale di Birgi o comunque vivacizzare l'aeroporto con nuove tratte.
Da ultimo l'attenzione della stampa anglosassone è partcolarmente vivace sulle novità nostrane (Qui l'articolo del Guardian e qui quello del Times sulla trovata di Sgarbi di vendere le case ad un euro).

Ricordo infine che la meravigliosa Toscana già meno di cinquanta anni fa era una regione con parecchie campagne desolate, povertà contadina e disaffezione per la terra. La gente andava in città a cercare la fortuna ed abbandonava i casali e le pagliere. Oggi la differenza è palese a tutto il mondo. La campagna toscana è chic e ricercata. Si tratta in fondo di qualcosa di ciclico e non credo che la ruota (con queste premesse) tarderà ad arrivare anche per la Sicilia che di potenzialità (sebbene troppe ancora del tutto inespresse) ne ha parecchie di più della Toscana.

La strada sembra in discesa si tratta solo di non cambiarla..

Nessun commento:

Posta un commento