giovedì 28 agosto 2008

Palermo è tra le Prime Quattro Mete Preferite dagli Italiani per le Vacanze Estive di Quest' Anno.

Lo dice un report Expedia basato sulle prenotazioni online ricevute quest'anno. L'osservatorio Travel Trendwatch stila una classifica delle mete più gettonate ed ecco la sorpresa. Bello leggere che Palermo è quarta dopo New York e Parigi. Un po' meno bello apprendere che è Catania che ricopre la terza posizione(comunque in parte accettabile). Una conferma che il turismo è l'unica economia trainante al momento in Sicilia. In controtendenza rispetto alla recessione galoppante. In fondo, se non è il turismo internazionale è comunque il turismo nazionale che colma gli spazi vuoti a Palermo anche in questo periodo di magra. Manca l'offerta sistemica del prodotto 'Sicilia' o 'Palermo', mancano ancora le infrastrutture adeguate e manca la lungimiranza delle istituzioni (clicca qui per un esempio lampante). Mancano però dei rilievi statistici adeguati. Il turismo in Sicilia è in forte calo. Almeno questo diffondono i media a seguito di ricerche di dati raccolti dentro gli alberghi. Ma oggi, soprattutto chi cerca sul web, mostra preferenze anche per altre accommodation. Private, che non rientrano nelle indagini statistiche, ma spesso anche più convenienti e soddisfacenti di una stanza di hotel. Allora il turismo non è forse proprio in forte calo se si dovesse paragonare Palermo ad altre destinazioni italiane e non. Almeno così conferma un report privato come quello di Expedia. Allora forse, anche con questi con dati -completi- alla mano, le amministrazioni capirebbero che investire sul turismo conviene davvero.

2 commenti:

  1. l'aeroporto di catania ricopre la terza posizione semplicemente perchè serve quasi 7 delle 9 provincie siciliane. l'aeroporto di Palermo ne serve a malapena 2.

    RispondiElimina
  2. apprendo oggi che Alitalia potrebbe abbandonare la rotta Palermo-Roma. MAGARI! si facciano avanti altri con prezzi più competitivi. Rimpiango solo che questa truffa organizzata ai danni di tutti e di nome ALITALIA sia tornando in voga. Rimpiango che non sia fallita prima

    RispondiElimina