domenica 22 giugno 2008

Meno Auto in Centro.. Un Dato di Fatto.

La differenza si nota. In Centro Storico le auto sono diminuite sensibilmente e cresce la protesta dei commercianti. Sicuramente le ZTL hanno il merito principale. Le aree a traffico limitato, secondo me ancora troppo a maglie larghe, hanno effettivamente in parte funzionato. Io le avrei preferite ancora più restrittive come in altre città da prendere -in questo caso- come esempio (Roma, Milano, Firenze). Oggi un'altra notizia che giustifica parte del fenomeno. A Palermo un decremento del 12% dei consumi di benzina dovuto ai costi elevati del petrolio. I palermitani capiscono che parecchie delle proprie tratte quotidiane possono essere fatte a piedi o con i mezzi pubblici (con buona pace dell'AMAT che può in questo modo pianificare partedel proprio risanamento finanziario). Intanto la città cambia. Il Centro Storico è sicuramente più vivibile (anche se c'èa ncora parecchia strada da fare) ma i commercianti si lamentano. In questo caso il dovere di risolvere il problema non è dell'Amministrazione ma dei commercianti stessi. Se si affidassero alle regole del mercato e -minimamente- capissero che rinnovando le proprie attività potrebbero essere ben più allettanti e richiamare, solo in questo modo, molta più clientela avrebbero una vita ben più facile. Invece se continuiamo a vedere in Centro Storico negozietti mediocri che vendono merce alquanto scadente il richiamo sarà ben più debole. Rinnovarsi e riqualificarsi. Solo così le ZTL e la conseguente diminuzione di macchine in Centro Storico potranno essere un beneficio per i commercianti e non una maledizione. Basta capirlo e tirarsi su le maniche.

2 commenti:

  1. l'aumento del petrolio mi farà pure salire la bolletta dell'ENEL ma non immaginate quanto ho gioito nel sapere che meno macchine circoleranno per Palermo per i costi della benzina e gasolio! Palermo è una città da vivere a piedi o in bicicletta. E' sufficiente avere solo un po' di coraggio e provarci per rendersene conto.

    RispondiElimina
  2. io lascio anche qui il mio sogno... un asse che va da piazza vittorio veneto a piazza giulio cesare con una pista ciclabile al centro e due corsie preferenziali ai lati per i mezzi pubblici e di soccorso (una delle due corsie a piazza Politeama risale dalla via Roma)... magari si potrebbe anche fare una prova per una settimana... vabbé, io ci ho provato...

    RispondiElimina