sabato 15 marzo 2008

Il Destino dell'Area Quaroni in Via Maqueda.

Più che un'area degradata, una ferita sempre aperta dentro il Centro Storico. L'area Quaroni che si trova in via Maqueda (quello che resta di quell'isolato bombardato e raso al suolo. Per chi non l'avesse individuata si trova non lontana dal Teatro Massimo e perimetrale alla discesa per Piazza Sant' Onofrio) è messa in vendita dalla Curia e con essa il progetto che ne prevedeva la costruzione di un centro commerciale (progetto di Ludovico Quaroni da cui il nome). La notizia è ottima. Ancora un recupero al Centro Storico ed un altro (questa volta grande) passo avanti per l'emancipazione della città antica.
Sconosciuto il prezzo. L'area Quaroni è comunque un bel banco di prova per il Centro Storico. Lo sviluppo naturale di un'area così grande potrà essere quella di un centro commerciale ma anche un parcheggio o ancora di un parco o edilizia residenziale. Scartando forse l'edilizia residenziale, il connubio parco sopra e parcheggio sotto potrebbe essere funzionale all'area. Ma anche il centro commerciale, se attento a non diventare un 'pugno nell'occhio' rispetto al contesto antico, potrebbe essere una idea interessante. Intanto l'area è stata sgomberata e, per quello che mi riguarda la penso come Nino Scimemi (intervistato oggi su Repubblica): centro commerciale, giardino o parcheggio, l'importante è che si faccia qualcosa e che non viva più sotto gli occhi di tutti questo scempio.

1 commento:

  1. Beh, non è proprio indifferente la scelta tra un centro commerciale oppure un giardino pubblico.

    In quella via già così congestionata dal traffico e dall'inquinamento l'ideale sarebbe una bella villetta pubblica.

    Ma lo so, con questa amministrazione significa chiedere troppo.

    RispondiElimina