mercoledì 20 febbraio 2008

Palazzo Giallongo di Fiumetorto. La Veloce Agonia di Una Quasi-Carcassa.

L'articolo di Vincenzo Prestigiacomo su La Sicilia di oggi è un grave atto di denuncia di una situazione allarmante. Il Palazzo Giallongo di Fiumetorto -in piena Albergheria- è di proprietà comunale eppure versa in condizioni di degrado avanzato e si trova a rischio crollo (parte è già crollata poco tempo fa). Purtroppo a seguito di contenziosi, nuovi studi e progettazioni e dissanguamenti burocratici, il palazzo si trova ancora nel disastro imminente.

E' un grande peccato. E' un quartiere che è riuscito a restiture tanto eppure si perde ancora in queste sofferenze..


Questo è una discussione aperta a chi ama Palermo è a chi ne ammira i progressi. Se quindi da un lato il Palazzo Giallongo di Fiumetorto è uno scempio a cielo aperto, dall'altro è da documentare il recupero pressocchè completo della via Albergheria e poco dietro il bel palazzo di piazza Ballarò ormai completamente cantierato e avviato al restauro. Ci sarebbe tanto altro di cui parlare. Piano piano verrà tutto portato alla luce..

Nessun commento:

Posta un commento