sabato 8 dicembre 2007

Chiusura Al Traffico - Un Bluff Continuo.

La situazione di Palermo è ormai prossima al ridicolo. Una città assediata dalle auto e dallo smog.. promesse da giornale mai mantenute.

Si garantisca pure l'accesso delle auto ma si facciano però le multe ai parcheggi selvaggi sugli assi principali: via maqueda e corso vittorio. Forse in questo modo l'Amministrazione Comunale potrebbe cambiare qualcosa involontarimente (forse riesce meglio). La situazione cambierebbe automaticamente da sola.. O forse anche facendo le multe si leverebbero gli scudi dei commercianti? Qualcosa da ricordare: i centri storici di Roma, Firenze e Milano hanno i migliori negozi della città, non hanno parcheggi di sorta eppure sono chiusi al traffico. Completamente. Qui a Palermo, pura miopia..

Riporto una mail inviata da isolepedonali.. la sposo ovviamente in pieno.

"Avevamo chiesto speranzosi al Comune di adottare come misura sperimentale la chiusura al traffico degli assi stradali che vanno da Piazza Croci a Piazza Bellini e dalla Cattedrale a via Roma per il periodo delle vacanze di natale dal 24 Dicembre al 6 Gennaio. Eravamo convinti che, vista la protesta dei tassisti, dei commercianti di via Maqueda favorevoli alla chiusura alle auto, dei tanti comitati cittadini, compreso il nostro, che si battono per la pedonalizzazione del centro città e del sondaggio effettuato dal Comune stesso che registrava tra i commercianti pareri favorevoli alla chiusura del centro ai mezzi di trasporto privati, qualcosa in questo senso si sarebbe smosso. La soluzione della giunta Cammarata per venire incontro a queste richieste sembra quasi surreale se non fosse tragicamente vera e tanto distante dal sentire comune dei palermitani: sospensione dell’isola pedonale domenicale in centro città, per far contenta la Confcommercio, e targhe alterne come misura antismog solo nella zona a traffico limitato. Questa misura insufficente a salvaguardare la salute, uccide quel piccolo spazio di vivibilità che la domenica i palermitani si potevano concedere passeggiando in centro. Invece di spingere verso una riqualificazione del centro cittadino attraverso la pedonalizzazione e la chiusura alle auto, Cammarata si mette a capo di un anacronistico partito dell’automobile, ignorando la volontà dei suoi cittadini, espressa in decine di sondaggi, delle categorie produttive: commercianti e tassisti favorevoli in maggioranza alla chiusura al traffico definitiva del centro città, negando a Palermo ed ai palermitani la possibilità di abitare in una metropoli vivibile, e protesa verso un suo sviluppo turistico."

Nessun commento:

Posta un commento