mercoledì 21 novembre 2007

Produttori e Commercianti d'Arte a Palermo


Due esperienze. Non simili sebbene il filo conduttore sia lo stessa: l'arte. Palermo è una citta che ispira e che reputo ideale come humus per fare fermentare nuove idee e proposte.
Così ho visto con ammirazione la Galleria Beatrice a Palermo, in via Alloro esattamente all'interno del Palazzo Sambuca (ancora lui! .. a proposito sta aprendo nei suoi locali pure un bel ristorante). Galleria d'Arte di altissimo livello. Specializzata in Ottocento e Primo Novecento Siciliano. Lo Jacono su tutti. Le tele in vendita sono veramente eccezionali e credo che non si ciano poi tanti in grado di eguagliarne minimamente i cataloghi e le esposizioni. E tutto questo (sorrido) di nuovo in Centro Storico...

-uno dei magnifici quadri di Lo Jacono proposti dalla Galleria Beatrice-



Se Beatrice commercia, Raffaele produce. Tutt'altro genere. Non sono tele. Sono ceramiche. Non sono datate ma le fa lui e lo stile, anche quello, è agli antipodi. Raffaele Piccoli lavora utilzzando la tecnica Raku. Stile giapponese, sicuramente inusuale ma veramente interessante e molto scenografico. L'ho notato alla Fiera, all'Abitaly, che sebbene si proponga come una fiera dell'arredamento mi è sembrata più una esposizione di mobili (per carità, il letto e la cassettiera sono sempre l'arredamento per eccellenza). Raffaele Piccoli riesce ad intagliare e creare forme geometriche che rendono, anche e soprattutto per il 'come' sono prodotte, del vasellame in ceramica dei veri e propri oggetti di design. Anche qui ad alti livelli e con tanta ammirazione.

Nessun commento:

Posta un commento