giovedì 2 luglio 2015

Porta Nuova Chiusa al Traffico, Finalmente..

Una chiusura desiderata che crea dei disagi ma i vantaggi in un periodo medio-breve saranno di gran lunga molto maggiori.. Intanto alcune immediate constatazioni positive: 
1) Il Cassaro torna a dimensione umana e non veicolare;
2) inizia il restauro tanto atteso di Porta Nuova;
3) la parte di via vittorio emanuele accessibile alle auto non era poi così trafficata (ultima foto, scattata circa alle 18:00). 

Dipenderà anche dall'orario ma ci saremmo aspettati comunque una situazione molto più drammatica..







giovedì 25 giugno 2015

Nuovi Allestimenti Urbani con Piante e Fiori

In molti si sono resi conto che da poche settimane Palermo è 'più verde'.. L'amministrazione comunale ha infatti dato una spinta all'acceleratore sull'arredo urbano con la posa di piante e fiori in parecchi punti del centro cittadino. Anche questo è un veloce e efficace modo di riqualificare. Oltre alle palme in piazza Verdi e ad altri interventi mirati come questo in piazza Sant'Anna (articolo di Repubblica) di seguito alcuni scatti dall'occhio attento di Pippo Chianchiano che documentano come l'intervento sia stato alquanto diffuso.









martedì 23 giugno 2015

Ancora Amici dei Musei Siciliani.. Il Restauro di un un Altare della Chiesa del SS. Salvatore Finanziato con Fondi Privati

Un metodo che premia senza dubbio dal sito della loro Associazione


di Delia Bongiovanni:

L’Associazione Amici dei Musei Siciliani, sotto l’alta sorveglianza della Sovrintendenza ai BB.CC. di Palermo e del Centro di Restauro del Museo Diocesano diretto da Mauro Sebastianelli, ha portato a termine la pulitura straordinaria dell’altare di S.Orsola all’interno della Chiesa del SS.Salvatore. I lavori, finanziati con i ricavi dei biglietti d’ingresso della Chiesa, sono durati 45 giorni e permetteranno il rientro della meravigliosa tavola cinquecentesca di S.Orsola, custodita al Museo Diocesano e recentemente restaurata dalla Sovrintendenza; verrebbe così a compiersi il primo passo della riconfigurazione iconografica del SS.Salvatore, chiesa che ha vissuto incredibili vicissitudini storiche.

La Chiesa appartenuta all’ ordine basiliano, costruita nel 1682 per volere delle monache sui resti di una più antica fabrica che si racconta abbia ospitato S.Rosalia e Costanza d’Altavilla, tra la fine dell’800 ed i primi del 900 andò incontro a notevoli problemi di natura statica e strutturale tanto che il Genio Civile decise che dovesse essere abbattuta per la pubblica incolumità; la sollevazione di alcune associazioni cittadine ed il deciso intervento della Sovrintendenza salvarono l’edificio da una così miserevole fine. Durante la seconda guerra mondiale la Chiesa, così come altri monumenti cittadini, fu smontata nei suoi arredi che furono ricoverati tra il Museo Nazionale, il Museo Diocesano e l’abbazia di S.Martino; bombardata nel 43 con grave danno per la magnifica cupola dipinta da Vito D’Anna, la Chiesa venne in parte restaurata ed abbandonata fino agli anni 50 quando venne incaricato l’architetto Minissi per riprogettarla come auditorium della città, senza però recuperare il suo grande patrimonio artistico originario. La funzione di auditorium e la funzione ecclesiastica hanno convissuto fino ad oggi.

“Dopo aver sostituito tutte le vetrate, dopo aver interamente rifatto l’impianto d’illuminazione della Chiesa e della Sacrestia con la nuova tecnologia a led, dopo aver messo in sicurezza il percorso che permette la visita della cupola siamo particolarmente felici di essere intervenuti sull’altare di S.Orsola perché rappresenta il primo passo verso il rientro degli apparati artistici che decoravano la Chiesa e che oggi si trovano disseminati presso diversi enti; inoltre aver potuto provvedere agli interventi sopra citati grazie al contributo degli ingressi turistici ci conferma e rafforza nell’idea che la gestione turistica del patrimonio culturale può contribuire alla sua salvaguardia ed al suo decoro; questa politica ha già permesso svariati interventi tra i quali mi piace ricordare il restauro della tela e dell’intera cappella di S.Brigida all’interno della Chiesa della Catena, il riposizionamento della pala d’altare all’Oratorio di S.Mercurio, il restauro del pavimento normanno all’interno della Chiesa di S.Cataldo.” dice Bernardo Tortorici di Raffadali, Presidente dell’Associazione Amici dei Musei Siciliani, che da oltre un anno gestisce l’apertura turistica del sito. “I lavori proseguiranno e contiamo di intervenire sull’intero apparato marmoreo entro la fine dell’anno”.

Restauri all'Oratorio di San Lorenzo

Sono in allestimento i ponteggi per il restauro di alcune parti dell'Oratorio di San Lorenzo. La notizia è già di per sé ottima. Ciò che la rende ulteriormente interessante è che i restauri sono tutti finanziati con soldi privati. L'associazione Amici dei Musei Siciliani, che gestisce il sito, ha infatti dirottato le entrate derivanti dai biglietti di ingresso al finanziamento del restauro. E non è la prima volta e non sarà probabilmente l'ultima. Un modello eccezionale, da ripetere e ormai inevitabile vista la costante penuria di risorse pubbliche. Una ulteriore dimostrazione che i privati di buona volontà riescono a risolvere dei problemi che resterebbero tali per tanto, troppo, tempo. 




lunedì 22 giugno 2015

La Mostra-Convegno 'Il Complesso Monumentale di Santa Maria di Gesù a Palermo', Domani al Palazo Ajutamicristo



Un nuovo incontro del ciclo: “Cantiere aperto” martedì 23 giugno 2015, a Palazzo Ajutamicristo, alle ore 16,30 dal titolo: .”Il Complesso monumentale di Santa Maria di Gesù a Palermo”.
L'arch. Giuseppe Dragotta, dello Staff del Soprintendente per i Beni culturali e ambientali di Palermo, dott.ssa Maria Elena Volpes, parlerà del Complesso monumentale dal punto di vista storico, urbanistico e architettonico e la dott.ssa Maddalena De Luca, dirigente della Sezione per i Beni storico-artistici della Soprintendenza illustrerà i tesori conservati all'interno della Chiesa e nelle altre stanze del Complesso monumentale di S. Maria di Gesù e in particolare degli arredi sacri e delle opere d'arte custodite nel Convento.

L'incontro è realizzato in collaborazione con l'Ordine degli Architetti di Palermo.

Il Complesso monumentale di Santa Maria di Gesù verrà illustrato attraverso una carrellata di notizie e immagini della Abbazia dei Frati Minori di Sicilia, edificata nel 1425 dal beato Matteo Gallo, Vescovo di Agrigento; del Convento Francescano e del Cimitero.

Saranno mostrate foto recenti e antiche in un costante confronto tra passato e presente, dopo i due ampliamenti degli ultimi decenni. Inevitabile anche il riferimento a San Benedetto il Moro, compatrono di Palermo, il cui corpo incorrotto riposa all'interno della Chiesa in un'urna di vetro, e che di quei luoghi è fortemente intriso, basti pensare alla sua cella, al giardino e al muro dedicatogli, all'eremo e per finire al cipresso secolare, di 438 anni stante l'esame dendrocronologico effettuato dall'Università di Palermo.


Presto Ripartiranno i Lavori all'Hotel Patria

E' passato tanto tempo ma almeno adesso sembra che le cose volgano per il meglio..

Lo scrive LiveSicilia che precisa:

L’attesa però sembra volgere al termine, dopo l'aggiudicazione delle gare d'appalto a metà maggio. "Il progetto esiste già - precisa il direttore generale dell'Iacp di Palermo, Ernesto Butticé - e consisterà nella realizzazione di un scala esterna, a partire dal primo piano, per bypassare il porticato, e nella ristrutturazione della scalinata monumentale interna". Una svolta che, secondo i termini prestabiliti, consentirà agli addetti di cominciare i lavori già in estate, salvo eventuali ricorsi da parte delle altre imprese concorrenti.

domenica 21 giugno 2015

Un Appello per la Coda del Leone al Teatro Massimo

Un piccolo appello per la ricomposizione e restauro della coda di uno dei due leoni antistanti l'ingresso del Teatro Massimo. Qualche anno fa la coda fu spezzata. La parte mancante dovrebbe essere in deposito proprio al teatro. Il restauro non avrebbe costi eccessivi. Perchè non provvedere? Noi come associazione ci candidiamo a supportare l'iniziativa.




sabato 20 giugno 2015

La Sicilia ne 'I Buongustai dell'Arte' su Rai5

'Noi produciamo bellezza... la Sicilia deve perseguire la bellezza.. che è il futuro della Sicilia. Il futuro è guardare ciò che abbiamo'. Su questo link la seconda parte de i Buongustai dell'Arte, trasmissione BBC.

Negli ultimi 5 minuti l'eccellente Bernardo Tortorici fornisce la sintesi della soluzione a tutte le nostre criticità endogene e il necessario percorso futuro. Noi abbiamo tutto, basta aprire gli occhi. Niente di più corretto. Ovvio ma non troppo tuttavia solo attraverso questa consapevolezza e questo orgoglio potremo vivere fieri e felici in questa meravigliosa terra...

Da Oggi la Mostra L'Arte degli Intagliatori della Pietra al Palazzo Ajutamicristo




Verrà inaugurata sabato 20 giugno alle 18,30 la mostra L'arte degli intagliatori della pietra. Palazzo Ajutamicristo e le sue collezioni, organizzata dalla Soprintendenza per i Beni culturali e ambientali di Palermo per presentare in un nuovo assetto espositivo e con diversi materiali inediti le proprie raccolte di sculture e di materiali lapidei erratici. Brillano, in questa collezione, autentici gioielli come il Busto di Pietro Speciale di Domenico Gagini (1468), il Ritratto del giureconsulto Carlo Di Napoli di Ignazio Marabitti (1758) e le due Stele Mellerio del sommo scultore neoclassico Antonio Canova (1811-1814).

Con l'inaugurazione, verrà presentato anche il catalogo dell'esposizione curato da Lina Bellanca e Maddalena De Luca.

La serata sarà conclusa dal concerto dell'Ensemble Broadway, direttore artistico Giuseppe Di Franco.

L'arte degli intagliatori della pietra è una iniziativa direttamente promossa dall'Assessorato regionale dei Beni culturali e dell'identità siciliana.

venerdì 19 giugno 2015

Domenica 21 Giugno Aprono le Catacombe di Villagrazia di Carini

Dal sito di Archeofficine che cura e gestisce il sito:


Con i suoi oltre 3.500 mq di superficie scavata, la catacomba paleocristiana di Villagrazia di Carini si configura come una delle più importanti testimonianze del cristianesimo delle origini in Sicilia, non solo per la monumentalità delle gallerie e dei cubicoli sotterranei ma anche perché al suo interno si trovano i più antichi affreschi vetero e neo testamentari dell’intera isola.

La visita, che si snoda attraverso cunicoli e gallerie, sarà guidata dagli archeologi della Cooperativa ArcheOfficina e avrà una durata di circa 30 minuti.


Per info e prenotazioni contattateci ai seguenti recapiti:
327 9849519 / 320 8361431 / 347 1085504
info@archeofficina.com

Il sito si trova in Via Nazionale n. 3 – 90044, Carini
GPS: 38.159025 – 13.169010

Orari: Dalle 10 alle 13,30 e dalle 15 alle 18,30

Biglietto: intero euro 5,00 – ridotto 3,50 (studenti universitari, under 15, gruppi di almeno 15 persone)

Villa De Cordova a Bagheria Diventa Museo

Da domani apre un nuovo museo a Bagheria. Villa De Cordova, un intervento eccezionale e positivo. Sia perché ospitato in una bellissima dimora patrizia sia perché nasce da un'iniziativa privata.

dal sito del comune di bagheria


dal sito del comune di Bagheria


Dal Sito del Comune di Bagheria:

Nasce un nuovo museo a Bagheria. E trova sede nella settecentesca villa De Cordova di Sant’Isidoro, eccezionalmente rimasta integra sia nella struttura che nei preziosi arredi, opere e suppellettili. La villa aprirà al pubblico il 20 giugno per la prima volta nella sua lunga storia.

Il bene culturale più importante di Aspra viene restituito alla fruizione pubblica con tutte le opere, tra cui alcuni capolavori, e i documenti contenuti all’interno di questo scrigno prezioso. La villa e i suoi giardini, la cui cellula iniziale è da identificare nellaMasseria Grassini, appartenuta alla famiglia dei marchesi Del Castillo e De Cordova, dopo la morte della marchesa Maria Teresa De Cordova nel 2011 è stata ereditata dall’imprenditore Domenico Angileri che, tramite l’associazione da lui presieduta, ha avviato un ambizioso progetto per la trasformazione del complesso in un polo culturale. (...)


Qui il link alla notizia per intero


giovedì 18 giugno 2015

il 20 Giugno Riapre Villa Zito.

Imperdibile..



Dal sito di Fondazione Sicilia:

Palermo, 13 giugno 2015 – Villa Zito riapre le porte e si trasforma in una grande pinacoteca estesa su circa mille metri quadri di sale espositive, disposte su tre piani. L’inaugurazione è prevista sabato 20 giugno, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Nella storica dimora saranno fruibili al pubblico le opere più rappresentative della collezione pittorica dellaFondazione Sicilia, oltre agli esemplari di maggiore rilievo della raccolta di opere grafiche. Si tratta di pregevoli dipinti, realizzati dai primi del Seicento fino al Novecento, alcuni dei quali creati dai grandi maestri della storia dell’arte italiana. L’esposizione delle opere grafiche verte, invece, sul tema della cartografia.

“Doniamo a Palermo e all’Italia intera un altro luogo dedicato all’arte e alla cultura”, dichiara il Professor Giovanni Puglisi, Presidente della Fondazione Sicilia, che precisa: “Con la riapertura di questo edificio completiamo il circuito degli spazi espositivi della Fondazione, un circuito che si è aperto con il restauro di Palazzo Branciforte, firmato da Gae Aulenti, e che oggi, a distanza di tre anni, si completa con quello di Villa Zito”.

Qui la notizia per intero

mercoledì 17 giugno 2015

Prosegue il Cantiere di Messa in Sicurezza di Santa Caterina

Ancora ponteggi su Santa Caterina in piazza Bellini. Si tratta di opere sicuramente indispensabili anche per la fruizione della Chiesa. Opere utili a preservarla. Dopo il prospetto del convento, i lavori si sono spostati sulla facciata e parte antistante della chiesa.




martedì 16 giugno 2015

Proseguono i Lavori di Recupero della Pavimentazione della Vucciria

E oltre alla pavimentazione anche la posa di reti che miglioreranno la vivibilità della zona. 

Questi sono stralci del progetto di manutenzione straordinaria della pavimentazione dell'area del Garraffello. L'intervento è notevole e indubbiamente salvifico per tutta la Vucciria. L'impatto sarà sicuramente gradevole. Una maggiore attenzione ad un intervento filologico avrebbe (vedi prima e dopo di via Garraffello), a nostro avviso, premiato ulteriormente la validità dell'operazione che comunque è di fatto molto positiva. Grazie a Fabrizio Favuzza per l'invio delle immagini.






Via Garraffello com'era

Via Garraffello come sta diventando.









venerdì 12 giugno 2015

In Via di Ultimazione il Cantiere di Restauro del Palazzo Pantelleria

Il Palazzo Pantelleria si rinnova e i ponteggi sono in fase di smontaggio. Si intravedono i prospetti restaurati. Bellissimi anche, e soprattutto, nei dettagli. Il Palazzo Pantelleria per la sua storia e la sua mole rappresenta indubbiamente uno dei migliori successi della lunga stagione di recuperi che investe il nostro Centro Storico.








mercoledì 10 giugno 2015

Una buona occasione di dialogo e di conoscenza delle ambizioni e prospettive di questa città..


lunedì 1 giugno 2015

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...