venerdì 17 aprile 2015

Prorogata la Mostra LIKE - Restauri e Scatti. Il Volto Inedito del Salinas



Dal Salinas:



Visto il grande successo di pubblico a quasi un mese dall’inaugurazione - ad oggi più di 2500 visitatori - la mostra “LIKE - Restauri e scatti. Il volto inedito del Salinas“ (a cura di Francesca Spatafora, Direttore, e di Lucina Gandolfo, responsabile delle collezioni; allestimenti di Giuseppe Comparetto, responsabile per la progettazione), il cui termine era previsto per il 12 Aprile, sarà prorogata fino al 3 Maggio.

L’esposizione offre una selezione di importanti opere (circa cinquanta) appena restaurate e che adesso si mostrano libere da quei segni del tempo che ne compromettevano una corretta e completa lettura: si tratta di sculture, metalli, manufatti in terracotta provenienti da diverse zone dell’isola o facenti parte di alcune delle collezioni che, nell’Ottocento, diedero origine al Museo Nazionale di Palermo.

La mostra è accompagnata dai suggestivi scatti fotografici di Angelo Macaluso che con i suoi scatti “nel e dal Museo” mostra pienamente la sua cifra stilistica basata sulla desaturazione parziale del colore e sul recupero dell’espressività.

La clip di presentazione della mostra http://goo.gl/xyQImf (a cura di Giusi Garrubbo) lascia intuire le complesse e laboriose operazioni di restauro che si celano dietro le opere esposte, il senso del lavoro di squadra, la professionalità e la passione profuse per il raggiungimento di un obiettivo comune.

Museo Salinas di Palermo (Piazza Olivella). Orari apertura: dal martedì al venerdì (ore 9.30 - 19.00) - sabato, domenica e festivi (ore 9.30 – 13.00). Ingresso libero

martedì 14 aprile 2015

Palermo su Lineablu

Alcuni giorni fa, la puntata di Lineablu su Palermo... preparatevi all'estate e a riconoscere i meriti di Palermo anche in merito alla sua costa e al suo mare...

Qui il link alla puntata per intero


lunedì 30 marzo 2015

Arenella - L'Insenatura della Lega Navale e la Grotta del Ninfeo

All'Arenella, poco distante dalla Tonnara Florio e nei pressi dell'Ospizio Marino, spicca un luogo semi-incantato. La piccola insenatura della Lega Navale e la grotta del Ninfeo, molto antica e con suggestive colonne. Un angolo sicuramente poco conosciuto. Qui alcune foto di assaggio.






















domenica 29 marzo 2015

E' incredibile e inaccettabile che a Palermo non ci siano monumenti celebrativi di chi ha fatto grande la città. Su tutti Federico II. Siamo pieni di Garibaldi, Vittorio Emanuele, eroi del risorgimento. Ma non c'è traccia di chi ha reso Palermo, capitale imperiale..

venerdì 27 marzo 2015

Fondi per Porta Nuova


Buone notizie per Porta Nuova

Lo riporta blogsicilia: (...) Ora finalmente sono disponibili 100 mila euro che serviranno per il ripristino di Porta Nuova. I lavori dureranno tre mesi e ovviamente una parte di Corso Vittorio Emanuele verrà chiusa al traffico con gli inevitabili disagi per gli automobilisti per il restringimento della carreggiata.(...)

Qui l'articolo per intero

Ancora Recuperi Edilizi a Ballarò

Precisamente in via Chiappara al Carmine. Poco distante dall'Arco di Cutò


lunedì 23 marzo 2015

Cantieri di Restauro in Via delle Pergole all'Albergheria

Inizia a respirare anche questa zona. Siamo nei pressi del mercato di Ballarò e si risanano edifici in maniera del tutto gradevole. Un ottimo incipit per tutta l'area.






Raccolta Fondi per il Restauro di Pietro Novelli in San Giovanni dell'Origlione

Ottima iniziativa di Italia Nostra per il restauro della porzione di affresco di Pietro Novelli recentemente ritrovato alla chiesa di San Giovanni dell'Origlione in Centro Storico.

Chi può doni. Con poco si può fare tanto per la città.

Qui il link per conoscere meglio i dettagli e per contribuire.

domenica 22 marzo 2015

Villa Pajno in Via Libertà

Tra le destinazioni cittadine visitabili oggi. Anche la residenza prefettizia in via Libertà. Villa Pajno rappresenta, peraltro, una delle poche sopravvissute al sacco di Palermo.. per chi non potesse andarla a visitare Repubblica pubblica un video degli interni. Molto bella.

Qui il link al video

venerdì 20 marzo 2015

Dispiaceri a Tunisi. Ottime Notizie per Palermo

Lo scrive il Giornale di Sicilia. Dopo l'attentato a Tunisi una grossa fetta del mercato turistico farà tappa a Palermo, di gran lunga più sicura:

Le navi da crociera abbandonano il porto di Tunisi ritenuto poco sicuro dopo l’attentato terroristico di mercoledi e molte approdano a Palermo: una cinquantina, al momento, le navi in più che giungeranno nel capoluogo siciliano. Dieci appartengono alla compagnia Costa e 39 alla Pullmantur. Ma presto se ne potrebbero aggiungere altre. E si stima l’arrivo di 150 mila turisti in più. L’onda lunga dei fatti di Tunisi arriva così fino a Palermo (...).

Qui il link all'articolo per intero

Dettagli

Dettaglio di Casa Professa.

La foto è stata tratta dall'album del profilo Instagram di AmoPalermo. Ne pubblicheremo saltuariamente delle altre. 

Per conoscerle tutte e gli aggiornamenti cliccate su questo link.



Giovedì 26 Marzo la Presentazione del Libro 'La Baronia di Carini: Otto Borghi Feudali Tra Storia e Memoria'


Giovedì 26 Marzo alle ore 17,00 presso la Chiesa di San Mamiliano in Santa Cita, verrà presentato il nuovo libro di GIULIA SOMMARIVA, "LA BARONIA DI CARINI: OTTO BORGHI FEUDALI TRA STORIA E MEMORIA" (Edizioni Kalòs) "La baronia di Carini, il cui potere si espresse per ben sei secoli con i baroni e poi principi La Grua Talamanca, lega la sua storia a un esteso territorio costellato nel tempo di altre baronie: Cinisi, Capaci, Torretta, Terrasini, Montelepre. Ripercorrendo dall’età preistorica l’evoluzione di questa vasta area fino ai nostri giorni, viene messo l’accento su quei feudi e borghi che dal medioevo in poi videro una rapida evoluzione storico-strategica, nonché economica legata allo sfruttamento agrario e ittico (la grande stagione della canna da zucchero prima e del vino poi, insieme alla pesca del tonno), lasciando della loro storia importanti testimonianze urbanistiche e artistiche nei bagli, nelle torri, nelle tonnare, nei castelli, nelle chiese, gioielli a cui oggi è stata restituita in parte la loro originale bellezza".

Un itinerario interessantissimo che prende vita anche grazie alle cartoline d'epoca di Giulio Perricone ed alle foto di Fabrizio Giuffrè.



lunedì 16 marzo 2015

La Tonnara Florio all'Arenella

La Tonnara venne acquistata nel 1830 dai Florio che dettero incarico all'architetto Carlo Giachery di mutarla secondo le esigenze. La Tonnara venne realizzato in un accattivante stile neogotico. L'interno del primo piano (I Quattro Pizzi) è riccamente decorato con uno straordinario mobilio fatto di migliaia di ricami in legno. Nel 1852 lo stesso Giachery si occupò anche della realizzazione del mulino utilizzato nel processo di lavorazione del tonno. Fu residenza di Vincenzo Florio e della sua famiglia e ospitò numerose persone illustri. La Tonnara venne abbandonata negli inizi del Novecento. Recentemente gli eredi la utilizzano come splendida location per eventi. Nell'ambito della manifestazione Panormus 2015 noi l'abbiamo visitato e qui alcune foto di ciò che abbiamo visto.



































  

  
  


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...